La determinazione per riuscire

Nell’esperienza finora maturata nei vari percorsi di coaching, uno degli argomenti più frequenti che mi ritrovo ad affrontare è quello relativo alla determinazione.

Molte persone sono animate da buone intenzioni, da ottimi obiettivi, ma… poi qualcosa si perde, la spinta iniziale si inceppa. La determinazione è un motore essenziale di cui tutti siamo dotati, ma che pochi sanno usare. Un esempio che ha molto colpito il mondo intero è quello di Higgs, che per 50 anni non ha mai cessato di credere nella correttezza della sua teoria: la sua determinazione è stata frutto certamente di una chiarezza interiore e un equilibrio notevoli.

La determinazione non è una dote innata, non è un’esclusiva di alcuni: nasce dentro di noi, da un perfetto equilibrio tra i nostri valori interiori più profondi e le nostre convinzioni, cioè dai due pilastri che ci spingono a intraprendere un percorso.

Quando la determinazione viene meno (e purtroppo accade con frequenza) c’è da chiedersi il perchè: forse la strada scelta non è il linea con i nostri valori? O forse le nostre convinzioni non ci stanno portando sul giusto percorso? O “semplicemente” non abbiamo sufficiente fiducia in noi stessi e nelle nostre capacità?
Quando la determinazione si inceppa, quando non riuscite a fare progressi nei vostri obiettivi… non sottovalutate i segnali.

Come coach trovo frequentemente questo tipo di problematica. Il mondo in cui viviamo spesso ci disperde e ci convince di valori e desideri che non sono in linea con la nostra interiorità.
Ed in questi casi la vera strada riparte dall’inizio: chiarezza sui propri valori e le proprie convinzioni, ridefinizione della strada e degli obiettivi, in linea con questi.
Dopo aver ripreso il proprio percorso rivedendolo dall’inizio, ritornando ad essere in linea con se stessi, ho visto nascere una nuova determinazione, questa volta forte e duratura.

Lascia un commento